Il Processo di Lavorazione

1. Scelta della materia prima

FA. LU. CIOLI seleziona personalmente gli animali da lavorare. Solo con questa scelta accurata l’azienda FA. LU. CIOLI può garantire l’eccellente qualità per cui è conosciuta.

2. Salatura

legatura
La corretta salatura della Porchetta non solo migliora il suo sapore ma elimina inoltre i liquidi in eccesso della carne. E’ un processo manuale fatto tenendo conto della qualità della carne e del relativo spessore. La salatura è ancora più delicata perché la pancetta affumicata ed il filetto assorbono diversamente il sale.

3. Legatura

salatura
Il maiale viene legato su uno spiedo d’alluminio alimentare, che ha la doppia funzione di sostenere la porchetta nel forno e di diffondere il calore all’interno del maiale. Oltre a quelli della testa, gli unici ossi che rimangono dopo il disosso, sono gli stinchi che servono a fissare l’animale allo spiedo. La legatura viene fatta a mano così da assicurare che i muscoli non siano intaccati.

4. Cottura

cottura
La cottura del maiale è fatta fra i 230 e i 260 gradi centigradi e varia da un animale all’altro. L’esperienza dell’operatore permette di valutare ogni maiale. Una volta che la cottura è completata, la carne è lasciata a raffreddare in modo da permettere la perdita di umidità eccedente e alla crosta di acquisire la corretta croccantezza.